GAMBE E PIEDI GONFI: ecco i rimedi!

Durante il periodo estivo la sensazione di pesantezza alle gambe e il gonfiore aumentano a causa delle elevate temperature e dell’umidità.
Si tratta di fastidi non gravi, ma che possono condizionare le attività quotidiane di chi ne soffre, aumentando il senso di stanchezza generale e influenzando anche l’umore.

La causa molto spesso è l’insufficienza e venosa o in generale un problema di circolazione del sangue negli arti inferiori, dovuto a cattive abitudini (lavoro troppo sedentario, cattive posizioni sulla sedia, poca attività fisica), da fattori ereditari, dall’età, dal peso e dagli ormoni.

Le più colpite di solito sono le donne, a causa degli ormoni sessuali (estreogeni e progesterone), infatti le gambe gonfie si presentano maggiormente nel periodo premestruale, in gravidanza, e in menopausa.

Per prevenire il problema bisogna mantenere una corretta posizione da seduti, evitando le gambe incrociate, indossare abiti non troppo stretti in quanto potrebbero ostacolare la circolazione sanguigna e fare regolarmente una leggera attività fisica: come una passeggiata, un giro con la bicicletta o una nuotata in piscina.

Per curare e dimiuire i fastidi si devono utilizzare delle creme o gel rinfrescanti per dare sollievo alle gambe, effettuando leggeri massaggi partendo dalle caviglie. Esistono anche dei validi integratori a base di estratti di vite rossa in grado di rinforzare la tonicità venosa e migliorare la situazione dall’interno. E’ consigliato effettuare entrambi i trattamenti in sinergia per avere un quadro più completo e per raggiungere risultati più significativi.

A fine giornata anche i piedi possono gonfiarsi, soprattutto se si svolge un lavoro che ci tiene in piedi troppe ore o al contrario che ci tiene troppo seduti. In questo caso il rimedio più efficace è il pediluvio, magari con dei sali in grado di riattivare la circolazione e donarci una sensazione di benessere e relax. 

Dott.ssa Elisa Moletta
Resp. eShop Leva
© Farmacia Leva 2017 – Tutti i diritti riservati

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Leave a reply