AMICI A 4 ZAMPE: È tempo di antiparassitari

L’arrivo del periodo dei primi caldi indica che è arrivato il momento di iniziare i trattamenti antiparassitari per i nostri amici a quattro zampe.
Si tratta di trattamenti preventivi, che permetteranno una copertura dai parassiti (pulci, zecche, pidocchi e pappataci) e che dovranno proseguire sino alla fine dell’autunno (tutto Ottobre).

Questi parassiti non solo provocano prurito, irritazioni e infezioni cutanee, ma possono anche trasmettere gravi malattie. Eliminarli senza usare un prodotto specifico è praticamente impossibile. Consultando il proprio veterinario di fiducia, potrete scegliere la protezione più adatta per il vostro animale.

Esistono diverse forme di antiparassitari: spot-on, collari, spray o per uso orale.

Tra le forme più considerate dai proprietari troviamo sicuramente le fialette o pipette spot-on. Il loro funzionamento si basa su delle applicazioni sulla schiena dell’animale tenendo così lontano gli insetti. Ricordiamo che sono a tutti gli effetti dei medicinali e quindi stiamo sottoponendo il nostro cane o gatto ad un trattamento farmacologico.

Gli antiparassitari si distinguono per principio attivo, non tutti sono uguali e non tutti hanno gli stessi effetti. Tra i principi attivi più comuni troviamo il fipronil e la permetrina.

Il primo è particolarmente attivo contro i parassiti che non volano come pulci, zecche e pidocchi, non contro pappataci e zanzare. Non solo ferma gli insetti ma agisce anche sulle forme larvali. E’ il principio attivo del Frontline Combo ed è usato in associazione con il methoprene, particolarmente indicato per i gatti.

La permetrina invece la troviamo nel Frontline Triact (qui in associazione con il fipronil). Questo principio attivo è efficace contro gli insetti volanti che vengono uccisi, bloccandogli le ali, anche se solo si avvicinano troppo al cane. Innocuo per quest’ultimo, questo principio è invece mortale per il gatto; da qui la necessità di prestare la massima attenzione soprattutto quando ci sono cani che vivono a contatto con dei gatti.

In ultima analisi gli spray antipulci per i cani. Non sostituiscono gli spot-on ma sono utili in associazione, è consigliato usarli per animali che hanno già l’antiparassitario. Tra i più usati sicuramente il Frontline Spray al momento risulta tra i più potenti.

Dott. Paolo Calliero
© Farmacia Leva 2017 – Tutti i diritti riservati

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Leave a reply