INSONNIA: Consigli per stare meglio

Per 3 italiani su 10 il piacere del dormire bene è un lusso. A chi di noi non è mai capitato di svegliarsi nel cuore della notte in preda ad ansie o preoccupazioni, di prendere sonno all’alba o di dover ricorrere a sonniferi per addormentarsi.

Il problema si acutizza con l’età ma è sempre più frequente riscontrarlo anche nella fascia d’età 30-40 anni.

Il non riposare bene ha una serie di ripercussioni sulla vita diurna e la salute: scarsa vigilanza, stanchezza, abbassamento delle difese immunitarie, irritabilità, mal di testa ma addirittura sovrappeso e diabete.

Per questo è importante provvedere ai primi campanelli d’allarme.

  1. Cattive abitudini di vita: lavoriamo fino a tardi e poi pretendiamo di “spegnere l’interruttore” e dormire come sassi ma il nostro organismo ha bisogno del suo ritmo del riposo.
  2. Problemi digestivi: un pasto troppo pesante alla sera assicurerà numerosi risvegli notturni
  3. Camera da letto: diamo poco peso a queste aspetto ma un materasso scomodo, luci e rumori fastidiosi, il troppo freddo o caldo, aria secca, possono fare la differenza.
  4. Disturbi dell’umore: chi soffre d’ansia farà più fatica ad addormentarsi mentre è tipico degli stati depressivi il risveglio precoce al mattin

Ma quali sono i rimedi?

  • Molte volte alleggerire semplicemente il pasto serale ha effetti miracolosi.
    Cibi sì: latte, riso, orzo, pane, lattuga, banane (contengono triptofano che stimolano la secrezione di serotonina, ormone del “relax”)
    Cibi no: alimenti piccanti e salati che sono eccitanti e mettono sete. No al caffè e agli alcolici, questi ultimi danno una sonnolenza quasi        immediata ma sono causa di risvegli notturni
  • Per chi è moto stressato una passeggiata,
  • un bagno caldo
  • un piccolo rito come una tisana possono avere un effetto rilassante.

La natura poi offre molteplici soluzioni: piante come passiflora, escolzia, valeriana e biancospino, collaudate da una tradizione centenaria, sono ricche di principi rilassanti che facilitano il sonno.

Infine la melatonina, sostanza secreta naturalmente dal nostro cervello, è utile nel riequilibrare il ritmo circadiano.

Infine possono essere d’aiuto anche gli integratori invece sono consigliati Biopax (1 compressa a metà pomeriggio e 1 la sera), Amino relax, Sedanam, Vitacalm.
Per un uso corretto vi invitiamo a venire in farmacia, un professionista sarà a tua disposizione per tutti i consigli del caso.

Dott. Matteo Regis
farmacista

© Farmacia Leva 2020 – Tutti i diritti riservati

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Share
Leave a reply