IN VACANZA CON FIDO: istruzioni per l’uso

Andare in vacanza con il nostro cane è un ottimo modo per poter condividere esperienze positive che non sempre riusciamo a vivere durante il resto dell’anno.
Dobbiamo, tuttavia, considerare che ogni cane è un soggetto a sé e quindi valutare se il nostro Fido ama viaggiare, ama cambiare abitudini e ambiente di vita anche solo per i pochi giorni delle nostre vacanze. Una volta valutato questo aspetto, è fondamentale considerare, insieme al nostro veterinario di fiducia altri fattori.

Analizziamo i principali:

  • L’età e lo stato psico-fisico sono compatibili con lo “stress” causato dalle vacanze (anche per noi, sarebbe utile una valutazione di questo genere…)?
  • Esistono dei potenziali rischi fisici: colpi di calore, infezioni, malattie trasmissibile sono pericoli da non sottovalutare
  • La gestione ed i tempi del viaggio: durata, fermate intermedie, recettività della struttura ospitante
  • Non dimentichiamo l’attestato dell’avvenuta iscrizione all’anagrafe canina regionale (microchip) ed il libretto sanitario
  • Assicuriamoci che le vaccinazioni, sia quelle obbligatorie sia quelle importanti soprattutto per Fido ed i trattamenti antiparassitari non siano scaduti.
  • Se Fido è in terapia assicurarsi di avere i farmaci per tutto il periodo delle vacanze: meglio ancora per qualche giorno in più
  • Accertiamoci di avere una quantità di cibo sufficiente per non dover modificare la dieta di Fido repentinamente
  • Prima di partire cerchiamo gli indirizzi, i recapiti telefonici e gli orari di alcune strutture veterinarie della zona dove trascorreremo le nostre vacanze
  • Se dobbiamo andare all’estero informiamoci presso le ambasciate e le eventuali compagnie di trasporto sulle regole necessarie per non incorrere in alcuna sanzione
  • Le attività che vorremmo svolgere, durante le vacanze, sono compatibili con il benessere psicofisico di Fido?
  • Non dimentichiamo giochi ed altri oggetti usati da Fido per facilitargli l’inserimento nel nuovo ambiente e concediamogli il tempo necessario per l’adattamento (la fretta non aiuta…)

Ovviamente questi sono solo i principali aspetti da prendere in considerazione se decidiamo di vivere una “vacanza a sei zampe”: niente di particolarmente difficile o complicato, ma un’ottima base per poter soddisfare sia le nostre esigenze, sia quelle di Fido.

E se non è possibile soddisfare tutti questi requisiti?
In questo caso esistono due alternative: incaricare, durante la nostra assenza, una persona fidata della gestione di Fido oppure affidare Fido ad una struttura di serietà comprovata (e ne esistono parecchie!) per poter vivere tutti serenamente questo meritato periodo di riposo-

Buona vacanza a tutti!

Dott. Maurizio Alliani
Medico Veterinario
Esperto in Medicina Comportamentale
alliani@farmacialeva.it

© Farmacia Leva 2017 – Tutti i diritti riservati

Per qualsiasi domanda, dubbio o chiarimento potete contattarci telefonicamente, scrivere a info@farmacialeva.it, visitare la nostra Pagina Facebook o venire direttamente in Farmacia per un consulto con i nostri dottori
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Share
Leave a reply